Open/Close Menu Interior Design e Ristrutturazioni

DESIDERI UN PREVENTIVO GRATUITO?
RICHIEDILO ORA »

CHIAMA SUBITO:
+39 331 847 3166

Come ottenere le detrazioni Ipref

Almeno fino al 31 dicembre del 2019 chi ristruttura casa potrà avere un contributo (in alcuni casi molto sostanzioso) dal Fisco. Il bonus casa, ovvero le detrazioni Irpef, istituite nel 1997, nel tempo sono diventate più generose e più articolate. Riepiloghiamo il quadro come si configura con le nuove norme, segnalando che per un approfondimento ulteriore è possibile scaricare le guide 2019 dell’Agenzia delle entrate sulle ristrutturazioni edilizie e risparmio energetico.

Per evitare ripetizioni segnaliamo che se non diversamente specificato stiamo parlando di agevolazioni devolute sotto forma di detrazione dell’imponibile in dieci anni.

Ad esempio, se si ha diritto al bonus ristrutturazione del 50% su una spesa di 80mila euro i 40 mila euro spettanti si detrarranno dalle imposte per 4.000 euro all’anno.

Bonus ristrutturazione

L’agevolazione è del 50% su una spesa massima di 96 mila per unità immobiliare (o per condominio, se l’intervento è sulle parti comuni). Sono quindi agevolati tutti i lavori appartenenti alla categoria urbanistica della manutenzione straordinaria o superiore (per semplificare i termini della questione, in pratica è necessario che la pianta della casa venga modificata o che vengano cambiati gli impianti) e i lavori connessi all’operazione.

Per fare un solo esempio: cambiare solo i pavimenti di una casa non è un’opera agevolata (per quanto costosa, tecnicamente è un’opera di manutenzione ordinaria), ma se si cambiano i pavimenti nell’ambito di una serie di opere che prevedano ad esempio l’abbattimento di un tramezzo la spesa è detraibile.

Sono inoltre agevolate le spese finalizzate alla sicurezza, al cablaggio dell’immobile, all’abbattimento delle barriere architettoniche, e le spese per il risparmio energetico che non rientrano nell’ecobonus, In condominio sono agevolabili tutte le spese che esulano dalla gestione di routine dello stabile.

Per ottenere l’agevolazione bisogna esclusivamente pagare le fatture con un bonifico bancario che specifichi trattarsi di saldo di fattura riguardanti opere agevolate.